soft skills francesco pastoressa

Mi dispiace, cerchiamo solo candidati Junior con esperienza

Sto aiutando una mia amica (imprenditrice) a scrivere una Job Description.

Parliamo di Digital Marketing.

Il nostro target sono i giovani. Gli studenti che stanno ancora studiando marketing e comunicazione.

E la sapete una cosa?

Una frase che voglio far inserire recita così: “Verrà data preferenza ai profili con esperienza minima pregressa (anche stage o progetti personali)”.

Si dice tanto che è paradossale cercare figure Junior con esperienza. Sono d’accordo.

Ma la chiave di volta sta nel come si pone la frase.

Ciò che cambia tutto sono quelle 4 parole nella parentesi.

Non sono un esperto di recruiting, ma una cosa la so: esperienza non significa esclusivamente esperienza di lavoro. Esperienza significa saper fare le cose. Contratto o meno che sia.

Esperienza significa essere intraprendenti.

Per me, se hai gestito la pagina Facebook del bar sotto casa, hai avuto esperienza pregressa.

Se hai un tuo blog dove parli delle tue vacanze, hai esperienza pregressa.

Se hai fatto un progetto universitario, hai esperienza pregressa.

(Cose alla portata di tutti)

Meno profili con esperienze pregresse… Più persone “che sanno fare”.

Quindi che cosa faremo?

Cercheremo persone con esperienza pregressa. Per un ruolo Junior.

Sta tutto qui.

soft skills e hard skills francesco pastoressa

Se l’esperienza è il saper fare (anche il solo “aver provato”), ciò che conta davvero è il carattere. La predisposizione. La determinazione e la forza di voler fare, imparare, sbagliare e poi fare ancora meglio, ancora più forte.

In gergo si chiamano soft skills.

Personalmente credo che queste siano molto più importanti delle hard skills. Chi sei, come ti comporti, come gestisci una situazione di crisi, come tratti i colleghi, come aiuti i colleghi, il fatto stesso che tu ami il tuo lavoro, che lo consideri anche un hobby e cavolo ti piace sono tutte soft skills.

Le soft skills determinano come verranno gestite le hard skills.

Tradotto: posso essere il migliore venditore del mondo, ma se non saprò fare squadra con i miei colleghi allora la mia forza è inutile. Sprecata.

Un attaccante super performante non è nulla se non riesce a fare anche gioco di squadra.

Ma c’è anche un’altra ragione.

Le hard skills, le abilità tecniche si possono imparare.

Posso studiare, iscrivermi ad un corso, leggere libri. Chiunque può farlo.

Ma come verrà espresso tutto questo know-how?

soft skill e hard skill francesco pastoressa

Le soft skills si posseggono, sono nel DNA e si cambiano molto più difficilmente.

Se sono determinato e consapevole (soft skills), posso imparare anche velocemente e bene qualsiasi cosa (hard skills).

Più difficile è il percorso inverso.

Se sono bravo in qualcosa (hard skills), non è detto che io per come sono (soft skills) possa diventare tutto d’un colpo determinato, consapevole, volenteroso, goal-oriented.

Meno profili con esperienze pregresse… Più persone “che vogliono saper fare”.

intraprendenza francesco pastoressa

lavoro nel marketing fpastoressa
Da grande voglio fare marketing: da dove comincio?
giugno 5, 2017
marketing e psicologia pastoressa
Gli imprenditori devono andare dallo psicologo?
aprile 18, 2018
marketing posizionamento fpastoressa
Se vendi un prodotto non venderai niente
ottobre 1, 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *