pagina linkedin fpastoressa

Ecco perché la tua pagina LinkedIn non funziona

Primo principio dei social network: se non crei interazione sei finito.

Secondo principio dei social network: se non sei TU per primo a creare interazione, sei finito.

Se hai aperto una pagina LinkedIn ma non vedi risultati, forse sei entrato nella fase del “Genio della lampada”. Proprio così.

Non ne hai mai sentito parlare? Bene, allora è arrivato il momento di conoscere la sindrome da Genio della lampada.

Strofina la lampada e i tuoi desideri si avvereranno!

genio fpastoressa

 

Si, solo nei cartoni animati!
Negli ultimi anni sono sempre più le persone che si stanno interessando al marketing e in particolare al marketing digitale, per lo più giovani, per lo più senza esperienza nel marketing tradizionale. Per lo più sognatori.

Tutto questo interesse, unito alla velocità impressionante con cui queste tecnologie si sono evolute,  ha portato a sopravvalutare le potenzialità degli strumenti digitali (in particolare dei social network). Ma cosa ancora più importante, questo vortice di novità e di promesse da Silicon Valley ha portato a reputare quasi mistiche le potenzialità di strumenti come Facebook, LinkedIn, Twitter, internet stesso e le reti sociali.

Questo ha indotto a credere che qualsiasi strumento digitale sia la panacea di tutti i mali. Anzi, che dico! Non soltanto i social network sono stati osannati come LA CURA, ma hanno addirittura ricevuto in dono da mistici guru dei poteri sovrannaturali: super-velocità, immediatezza, ubiquità, bibidibobidibum. Dei veri super eroi. Così super che basta aprire una pagina Facebook o, per i più distinti, una pagina aziendale su LinkedIn, ed il gioco è fatto. Domani vedrai triplicare le visite e duplicare il fatturato. Magia della rete: un vero genio della lampada.

Magari fosse così!

Cosa c’entra questo con LinkedIn?

Questa distorsione da digitale ha portato a credere che basti la sola presenza (e con presenza intendo anche il pubblicare articoli ogni santo giorno) ad aumentare le interazioni e quindi la visibilità online. Peccato che non sia così.

Se non conosci molto bene il digitale o non sei abbastanza aggiornato sui social network, probabilmente penserai che aprire una pagina Facebook e una LinkedIn postando qualcosa ogni settimana sia sufficiente. Magari inviti alla pagina pure qualche amico. E il tuo lavoro finisce lì.

Questa è la strada per l’oblio digitale.

Scriverai contenuti ottimi che nessuno vedrà.

Ma c’è una soluzione. Anzi due:

  1. Paghi. Annunci sponsorizzati e campagne a pagamento targetizzate (indirizzate a persone di simile tipologia).
  2. LAVORI. Ti metti a condividere, a spargere la voce offline ma soprattutto online. Condividere, condividere e CONDIVIDERE.

Questo deve essere il tuo mantra: CONDIVIDERE.

fpastoressa condividere

Scrivi un post? Lo condividi. Domani? Lo condividi di nuovo. Tra una settimana? Lo condividi commentando. Partecipi ad una discussione? Commenti e tiri fuori il tuo post/articolo.

Quindi, perché la mia pagina LinkedIn non funziona?

  • Hai scritto contenuti di valore
  • Pubblichi spesso i tuoi articoli
  • Hai avvisato tutti i tuoi colleghi
  • Hai messo nel tuo sito i collegamenti alla pagina

Ma non vedi interazione.

La risposta è semplice. Arriviamoci assieme.

Conosco il titolare dell’azienda. Anzi, è un mio amico. Su LinkedIn c’è la sua pagina aziendale, però il titolare non condivide mai i post e non li commenta. Non istiga all’interazione. È passivo, lui è lui e l’azienda è l’azienda.

Vedo la sua pagina aziendale su LinkedIn = non condivido e non metto like.

Vedo un post del titolare = condivido e metto like.

*è lo stesso post

Perché ho condiviso il post del titolare e non quello della pagina aziendale? In fondo sono lo stesso post.

Manca l’elemento umano.

Manca l’emozione.

C’è una regola nel marketing che afferma la seguente cosa:

per creare una comunicazione efficace, è necessario essere umani.

Parlare come se parlassi ad un tuo amico. Come stiamo facendo tu ed io ora.

Ecco perché le persone sono più spinte a mettere like e condividere il post dell’Amministratore Delegato e non quello della sua pagina aziendale. Ecco il motivo per cui sei spinto a farlo anche tu. Lui è più umano della pagina. L’essere umano cerca l’essere umano. Psicologia (come ti dicevo qui, nel marketing c’è tutto).

Come risolvere questo problema?

Utilizza sempre la tua pagina aziendale, ma dalle un tocco “umano”.
Consiglia i contenuti che posti dalla pagina, condividili e commentali. Utilizza discussioni per tirare fuori i tuoi argomenti, i tuoi post e utilizzali. Come fossero munizioni. Bombarda, radi al suolo con i tuoi contenuti.
Chiedi ai tuoi colleghi di fare lo stesso. Dovete diventare un’armata spietata, dei condivisori implacabili!

condividere fpastoressa

Ti assicuro che in una settimana vedrai i risultati.
E non abbiamo usato nemmeno il genio della lampada.

PS.

Funziona con tutti i social network. Non solamente con LinkedIn ma anche con Facebook, Twitter, Google+.

facebook ristorante
Smettetela di aprire pagine Facebook
maggio 29, 2017
instagram marketing fpastoressa
Non hai successo su Instagram? Ecco perché.
luglio 15, 2017
Ode a Twitter
giugno 15, 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *