Le donne

Le donne!

Oggi, per puro caso nonché felice congiunzione del destino, mi sono ritrovato con un amico. A parlare di donne.

Mi ha detto: “Sai, sto da molti anni con la mia ragazza e ci sto benissimo, in tutto e per tutto. Però ho completamente perso la testa per quella ragazza di cui ti parlavo. Impazzisco per lei, con lei è tutto diverso, speciale, meraviglioso. A letto è la migliore, con lei passo momenti fantastici. Insomma, penso di amarla.”

Al che, chiedo di spiegarmi meglio la situazione e cosa provi per entrambe le ragazze.

Guarda, ti dirò la verità: con la mia ragazza sto benissimo, non la cambierei con nessuna al mondo. Abbiamo un’intesa che nessuno potrebbe eguagliare, ci capiamo al volo. Io conosco lei, e lei conosce me. Ci capiamo, perché proviamo qualcosa che forse non sapremo nemmeno descrivere. Insomma, non la cambierei con nessuna, e non potrei vivere senza.

Però lei, questa di cui ti ho parlato… Mi sembra di rivivere una nuova vita, più piena, più colorata, più accesa, con più ossigeno. La vedo e tutto è più bello, ho sempre il sorriso, tutto diventa meraviglioso e non vorrei staccarmi mai da lei.”

Dunque, l’ho fermato. E gli ho esposto un semplice concetto.

Qui, hai un barattolo di Nutella.

Qua hai una tavoletta di puro cioccolato Novi, o di qualche altra marca svizzera.

Ora, quando assaggi la Nutella, ti dici: ‘Cazzo ma è fantastica! Non ho mai assaggiato una cosa così buona! La mangerei fino a scoppiare!’. È la cosa migliore che tu abbia mai provato, non ne puoi fare a meno, continui a mangiarla anche se senti di star male. Poi però, godendo e godendo con la bocca satura del nettare nero, ti senti pieno, gonfio, con lo stomaco che urla e chiede il suicidio assistito. Insomma, ti senti uno schifo. Ciò che prima pensavi fosse la cosa più buona del mondo alla fine si è rivelata un veleno che non ti fa star bene, e che alla fine non avresti mai voluto provare.

Poi c’è la tavoletta Novi. È deliziosa, leggera se vogliamo, puoi abusarne abbastanza senza perdere la sua golosità e non ti farà mai del male come te ne potrebbe fare la Nutella. Ne prendi un pezzettino, ti piace. Ne prendi un altro – non c’è bisogno di finirla tutta. Magari la conservi anche per gli altri giorni, sapendo che qualunque pezzo tu prenda, in qualsiasi momento, ti restituirà sempre quel leggero sapore di pura dolcezza.

Ecco, tu puoi scegliere se farti di Nutella, pensando che sia la cosa migliore che ti sia capitata, per poi scoprire che ti avrebbe fatto in ogni caso del male oppure scegliere la tavoletta di Novi, sapendo di poter approfittare di ogni singolo pezzo, morso dopo morso, e di assaporare quella dolce leggerezza che solo una cioccolata di qualità saprà darti.”

C’è la Nutella, e ci sono le tavolette svizzere. Sta a te decidere con chi condividere gli attimi di golosità della vita.

Io ho scelto la tavoletta Novi – con un bel strato di Nutella sopra!

Non cercare chi sarebbe perfetto per te. Cerca chi è perfetto per la tua vita, per chi sei in realtà e per tutto ciò che ti circonda e definisce.

fpastoressa marketing
Dovete spargere sangue
novembre 22, 2017
eclettico fpastoressa
Siate eclettici (consiglio spassionato agli studenti)
gennaio 24, 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *